La famiglia di Ettore Scola – la foto ricordo

La_familia-246110086-largeLa famiglia è un film del 1987 del regista e sceneggiatore Ettore Scola scomparso il 19 gennaio scorso. Scola, noto  anche qui in Portogallo per film come Brutti, sporchi e cattivi – Porcos, feios e maus (1976); Una giornata particolare – Um dia inesquecível (1977) o I nuovi mostri, più volte in esibizione alla Cinemateca Portuguesa,  è senza dubbio uno dei piu grandi registi italiani di tutti i tempi. Ha lavorato con i più grandi attori italiani tra cui Sofia Loren, Marcello Mastroianni, Alberto Sordi, Massimo Troisi e internazionali, come Fanny Ardant o Jena-Luis Trintignan.

Il film viene presentato al 40º Festival di Cannes e contrariamente a quanto ci si aspettava non vince la Palma d’oro, che va al francese Sotto il sole di Satana di Maurice Pialat. Il film di Scola comunque viene ritenuto il vincitore morale di quell’edizione e sarà uno dei più premiati di quell’anno vincendo 6 David di Donatello, 6 Nastri d’Argento, 2 Globi d’Oro, 11 Ciak d’Oro e guadagnando la nomination all’Oscar come miglior film straniero nel 1988.

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRiDjZkvWp-vwnuB0CWkdpRem-gOwBuUU7sbJNhgZvq8_JQ9-eKPALa famiglia è il ritratto di una famiglia borghese italiana visto dall’interno di un appartamento del rione Prati di Roma. Le vicende si svolgono in un periodo lungo ottant’anni, dal 1906 al 1986, e seguono la storia personale del protagonista Carlo, che si racconta dal giorno suo battesimo fino a quello dell’ottantesimo compleanno. In questo film, così come nel film La meglio gioventù, le vicende personali si mescolano a quelle della storia italiana. Per questo motivo, e non solo, consiglio sempre agli studenti di italiano L2 di vedere sia questo film di Scola, sia quello di Marco Tullio Giordana, perché attraverso di essi si possono comprendere o approfondire alcuni aspetti della cultura e della società italiana.

L’attività che di solito propongo agli studenti comprende la visone dei primi 3 minuti del film, ai quali corrisponde la trascrizione riportata di seguito. ( Per vedere il film completo clicca qui)

TRASCRIZIONE (fino al minuto 3.00)

Questo è il giorno del mio battesimo, festeggiato nella casa del nuovo quartiere Prati appena acquistata a riscatto da mio nonno. Tra vent’anni sarà nostra. Nel gruppo in posa per la fotografia di rito, mio nonno è quello seduto in poltrona ed io sono quello infilato nel porta-enfant. Mi tiene precariamente tra le braccia Adelina, nipote della nostra domestica Nunzia, che si intravede nel fondo, sulla destra.

Questa signora con gli occhi celesti è mia madre. Prima di sposarsi studiava canto. E così la sera non mi fa addormentare con le solite ninne nanne, ma con le romanze, con le arie delle opere liriche. Zia Millina , zia Margherita, zia Luisa sono sorelle di mio padre, tutte e tre nubili. Questo è il dottor Giordani, il nostro medico di famiglia. Scapolo. Mio nonno, professore di lettere all’Università di Roma, rigoroso poeta dilettante.

I possessivi

Esercizio 1. Completa le seguenti frasi con il possessivo adeguato

1. Carlo, Achille cosa ne pensate del progetto? La __________ opinione è molto importante per me.

2. Quest’anno siamo primi in classifica. La _________  squadra di pallacanestro sembra imbattibile,dobbiamo continuare così!

3. Questa sera Asia e Serena escono con i ____________ compagni di Liceo.

4. Ester è molto orgogliosa della  __________ casa, del __________ giardino e soprattutto delle _________ rose che cura ogni giorno con molto amore.

5 . Aldo, non voglio litigare con te ogni volta che parliamo di politica! La  _________ amicizia è molto preziosa per me.

6. Stefano ma perché lasci sempre i  _________ calzini sporchi sul divano!

Esercizio 2. Completa le frasi con il possessivo e l’articolo quando necessario.

1. A Natale Patrizia e Gianni si riuniscono sempre con _____________ famiglia.

2. Sentite ragazze, ___________ discorsi sono inutili! È meglio se cambiate argomento.

3. Cara, ti presento __________ nonni: questa è ____________ nonna materna Flavia e questo __________ nonno Alfredo.

4. Gaia, sei _________ cuginetta preferita!

5. Anna ha un bellissimo rapporto con _____________ zia Silvia.

6. Signori Regoli potete portare anche ____________ cane, _________ figlio Alberto adora gli animali.

Scrivete le vostre soluzioni nel commento e sarò felice di correggerle. Buon lavoro!

I Possessivi

In italiano i possessivi , aggettivi e pronomi, concordano in genere e numero con il nome a cui si riferiscono. Sono considerati aggettivi quando accompagnano il nome e lo definiscono in base al possesso, sono pronomi quando invece sostituiscono il nome. Nel dialogo del film La meglio gioventù hai ascoltato:

Sindaco: Scusi, sa, ma è il mio primo matrimonio! (aggettivo)

Carlo: Anche il mio! (pronome)

Altri esempi dell’uso dell’aggettivo possessivo:  L’orologio di Maria = il suo orologio; La sciarpa di Filippo = la sua sciarpa; La macchina di Simona e Alessio =  la loro macchina.

Il possessivo di terza persona plurale loro è l’unico invariabile e vuole sempre l’articolo.

Possessivi e articolo

Di solito i possessivi sono sempre preceduti da un articolo ( una nostra amica, il mio repertorio; i vostri libri, la sua stanza…)

Ci sono dei casi in cui non si deve usare l’articolo.

Non si usa l’articolo prima dei nomi che indicano parentela. Questi nomi devono però essere solo ed esclusivamente al singolare. Infatti, quando  i nomi di parentela si presentano  al plurale, alterati e determinati si deve usare l’articolo!

Ex: Questo è mio fratello Matteo (nome singolare, non alterato e non determinato)

Questi sono i miei zii (nome plurale).

Questo è il mio fratellone Matteo (nome alterato); questa è la mia cuginetta Sofia (nome alterato)

Questo è il mio fratello gemello; questa è la mia nonna paterna (nomi determinati)

Attenzione! a) Con i nomi colloquiali mamma, papà e babbo si usa l’articolo (si dice: questa è la mia mamma;  ma questo è mio padre)

b) Con il possessivo loro è obbligatorio l’uso dell’articolo (Pia e Delio vanno a trovare la loro nipote)

 

I pronomi possessivi

Si definiscono pronomi quando sostiuiscono un nome. Quando i possessivi sono usati come pronomi è obbligatorio l’uso dell’articolo.

 

Per fare alcuni esercizi clicca qui